Andreas Kipar – La Cintura Verde – Milano

A Milano è giunta l’ora di cambiare aria. Già. Nel capoluogo lombardo i valori di pm10 restano tre volte superiori alla norma e i provvedimenti messi in atto fin ora, non sono serviti a granché. Serve un cambiamento decisivo, radicale e questa volta la decisione giunge proprio da Palazzo Marino dove è stato approvato un grandioso progetto di riqualificazione urbana senza precedenti, atto alla risoluzione dei gravi problemi che affliggono la città dell’Expo e affidato all’architetto tedesco Andreas Kipar. Il progetto è ambizioso: si tratta di collegare, con nuove aree verdi, nuovi alberi, nuovi percorsi alberati, tutti e nove i parchi ai limiti della città, andando così a creare una vera e propria “Cintura Verde” (che è anche il nome del progetto) che corre tutto intorno alla città, fungendo da vero e proprio polmone verde del capoluogo lombardo. Viene così seguito il modello lanciato dalla Grande Mela e da Francoforte, entrambe città caratterizzate da enormi spazi verdi. Basti pensare a Central Park o a tutta l’area sud della capitale finanziaria tedesca. Entro il 2015 il “Piano del Verde” sarà in grado di far rinascere l’area urbana milanese, conferendole un’immagine sana, vivibile e moderna. Si prospetta una vera e propria “invasione di verde”, che vedrà protagonisti cinquecentomila nuovi alberi da piantare e l’ampliamento degli spazi verdi che toccheranno i diciannove milioni di metri quadri (sedici metri quadri di verde per ogni cittadino). I principali obiettivi del maxi progetto urbanistico sono di aumentare la biodiversità della città, avvicinare il verde ai cittadini e garantire aree verdi di svago per i più piccoli, mantenendo sempre la sicurezza dei giardini e dei parchi, creare un rapporto armonico fra la “Milano Verde” e la “Milano d’Acque” (altro progetto che vede la riapertura dei navigli e la riqualificazione di due fiumi uno ad est e uno ad ovest della città) e abbattere le emissioni di CO2 incrementando di molto la produzione di ossigeno, rendendo così, Milano una città più fresca, più sana e più vivibile. Se oggi siamo portati a ritenere Milano una città tutt’altro che “verde” la causa principale è sicuramente la mancanza di una strategia a priori, di una pianificazione del territorio cui il “Piano del Verde” vuole porre definitivamente rimedio. Il costo dell’opera, si parla di decine di milioni di euro, sarà sostenuto, oltre che dall’amministrazione, anche dai finanziamenti e dalle collaborazioni con privati, inseriti nel grande programma di finanziamento ambientale “Life +”. Il progetto è di fondamentale importanza se pensiamo ai problemi della città, inoltre andrebbe a contenere tutte le attività ecologiche, ambientali, agro-energetiche rivolte ai cittadini.

architrama

Architetto: Andreas Kipar
Superficie: 19’000’000 mq
Lunghezza del percorso: 72 km
Stato dei lavori: Progetto approvato
Finanziamento: Life +


, , , , , ,